Sirolo

Sirolo è un bellissimo paese delle Marche che sorge adagiato su una scogliera a picco sul mare, immerso nella verde natura del Parco Regionale del Conero.
Qui le bellezze naturali si uniscono meravigliosamente con l'architettura medievale che caratterizza invece il centro storico. Un tempo infatti Sirolo era un vero e proprio castello fortificato e ancora oggi camminare per il centro è come addentrarsi in un labirinto di vicoli percorribili solo a piedi tra angoli e scorci panoramici.
Una passeggiata per le vie di Sirolo culmina inevitabilmente nella grande piazza panoramica al centro del paese, una vera e propria terrazza sul mare che offre una vista davvero insuperabile sulla Riviera del Conero, le sue bellissime spiagge e su tutta la costa delle Marche.
In mezzo al verde e alla natura incontaminata di Sirolo si racchiudono inoltre veri e propri tesori artistici. Lungo Corso Italia, principale asse viario medievale, si dispongono le dimore delle più importanti famiglie nobili romane del paese (Canaletti Gaudenti e Bianchelli). In prossimità dell'arco a sesto acuto (XIV secolo) accesso meridionale del castello, è la chiesa del SS. Rosario, piccolo scrigno del XVI secolo e sede della Congregazione di "Gesù, Giuseppe e Maria" che organizza della metà dell' 1800 il Venerdì Santo. All'interno, tra le altre opere conservate, si ammira la pala della Madonna della Misericordia con S. Agostino e S. Nicola di Bari(patrono di Sirolo) di Pompei Morganti, allievo post-raffeallita, del 1528. Sull'altare ci sono le ossa del Beato Pietro da Treia, francescano, nato nel 1214 e morto a Sirolo il 19 febbraio 1304.

(copyright Aldo Spadari) 


Gallery