La Nostra Storia

Pioneri del turismo

L'INIZIO DEL TURISMO A SIROLO Si deve tra il 1954-1955 all'opera di due persone speciali che possono considerarsi in assoluto e a pieno titolo i fondatori del turismo a Sirolo. Corrispondono al nome di Deima Baldelli e Domenico Spadari, e in pratica sono i genitori dello scrivente. A dar inizio alla loro nuova avventura imprenditoriale fu un inglese, il famoso pittore John Corbidge, che dava lezioni di pittura paesaggistica in piazza a delle "romantiche e attempate donne" inglesi. A Sirolo non c'era ancora né un punto ristoro né un albergo-ristorante. Deima prese l'occasione al balzo e all'inizio cominciò a far da mangiare per loro, come meglio poteva, sul terrazzino di casa. Poi le ospitò nei vicoli di Sirolo presso delle comuni amiche. Erano i prodromi di quello che ora viene chiamato" l'albergo diffuso". 

Fu il là al turismo e l'impronta a quella che diverrà poi una località turistica rinomata come Sirolo. Qui su una collinetta in via S.Michele, attorno a quella che era un semplice osteria, con annessa una fabbrica di organetti ,poi fallita per motivi meteorologici, i coniugi Spadari, rimboccatisi le maniche, con un grande dedizione al lavoro, con un atto d'amore e fiducia nel futuro, riuscirono a riscattarsi dai debiti e costruirono il primo albergo ristorante chiamato "Amedeo" e poi successivamente mutuato con il nome di "Panoramic". Con la scomparsa dei cari genitori, la tradizione di famiglia viene continuata da sempre nel campo del turismo nello stesso stabile dai tre figli: Aldo, il più piccolo, gestisce la parte alta denominata "Camera con Vista" e l'altra struttura in via Giulietti "Camere da Aldo".

Gallery